fresh foods fresh foods

I molteplici benefici del CoQ10 per la salute

14 Oct 2021 di Caitlin Beale, MSc, RDN

Condividi Ora

Il coenzima Q10 (CoQ10) è un nutriente essenziale per la produzione di energia cellulare. Aiuta a proteggere le cellule dai danni ossidativi. Si trova in ogni cellula del tuo corpo, il CoQ10 aiuta a generare energia per tutte le attività della vita, inclusa la contrazione muscolare, la funzione degli organi e persino i processi mentali.

Livelli sani di CoQ10 sono vitali per mantenere il tuo corpo sano ed energico proteggendolo dai danni dei radicali liberi.

Che cos’è il CoQ10?

Il CoQ10 si trova nei mitocondri, gli organelli che creano energia all'interno delle cellule. Agisce come trasportatore di elettroni all'interno dei mitocondri di ogni cellula e facilita la respirazione aerobica. Questo processo genera adenosina trifosfato (ATP) dal cibo che mangi.[1]  L'ATP è la molecola che trasporta l'energia in tutto il corpo.

Il CoQ10 è anche un potente antiossidante. Può aiutare a contrastare i danni dei radicali liberi, che altrimenti possono portare a mutazioni cellulari o alla morte. Attraverso questa attività antiossidante, supporta i mitocondri sani poiché sono suscettibili al danno ossidativo. I mitocondri danneggiati sono associati a diversi problemi di salute.[2]

Quali sono i benefici per la salute associati al CoQ10?

Come accennato, il CoQ10 agisce come un potente antiossidante cellulare. Può aiutare a ridurre al minimo l'infiammazione e il danno ossidativo nel corpo, entrambi strettamente correlati a molte condizioni di salute avverse.[3]  È stato dimostrato che l’integrazione di CoQ10 aiuta a ridurre efficacemente il fattore di necrosi tumorale alfa (TNF-α), una proteina di segnalazione correlata all'infiammazione.[4]  È anche associato a modesti miglioramenti della proteina c-reattiva (CRP), un marker infiammatorio associato a un aumentato rischio di problemi di salute cardiovascolare.[5] l CoQ10 è anche associato a molti altri benefici per la salute.

CoQ10 e salute cardiaca

A parte i marcatori generali di infiammazione, uno dei benefici meglio studiati del CoQ10 è la sua relazione con un cuore sano. Livelli sani di CoQ10 nel corpo sono associati ad aumenti di HDL, il colesterolo "buono" protettivo.[6]  L'integrazione con CoQ10 può anche avere un impatto positivo sui fattori di rischio legati alla salute cardiovascolare, compresa la normalizzazione dei livelli di colesterolo e il mantenimento della pressione sanguigna entro i limiti normali.[7] [8]

Lo stress ossidativo può aumentare la produzione di molecole che interferiscono con la capacità dei vasi sanguigni di rilassarsi, il che porta ad aumenti della pressione sanguigna. Il CoQ10 sembra interrompere questo processo attraverso l'attività antiossidante e la sua influenza sulla vasodilatazione (rilassando le pareti delle arterie o delle vene).[9]

Al contrario, bassi livelli di CoQ10 sono associati a conseguenze avverse per la salute a seguito di un evento cardiovascolare. Ma livelli ottimali possono aiutare a migliorare i risultati, inclusa una maggiore resistenza per l'esercizio fisico se una persona avesse già una condizione di salute cardiovascolare. [10] [11]

Alcuni farmaci come le statine sono spesso prescritti per ridurre il colesterolo, ma possono ridurre i livelli di CoQ10 naturale nel corpo. Un effetto collaterale comune notato dall'uso di statine è il dolore muscolare, che può essere correlato a un basso livello di CoQ10. [12]  Di conseguenza, i ricercatori hanno suggerito che il CoQ10 supplementare può normalizzare i livelli nel corpo e ridurre il rischio di questi effetti collaterali. [13]

CoQ10 e salute riproduttiva

Il CoQ10 può anche aiutare con la salute riproduttiva sia per gli uomini che per le donne. È stato dimostrato che supporta miglioramenti nel numero e nella motilità degli spermatozoi, il che può essere utile per le coppie che cercano di concepire un figlio.[14]

La ricerca suggerisce anche che il CoQ10 può aiutare a migliorare la qualità della salute degli ovuli per le donne che hanno difficoltà a rimanere incinta. Anche questo potrebbe essere correlato alla riduzione dello stress ossidativo, qualcosa che può influire sulla qualità degli ovuli.[15]  L'integrazione può anche supportare le donne con condizioni di salute che influenzano le mestruazioni e gli ormoni riproduttivi, aiutando a regolare l'ovulazione e la loro capacità di rimanere incinta. [16] [17]

COQ10 e livelli di energia

È stato dimostrato che l'integrazione con CoQ10 supporta miglioramenti energetici per le persone con patologie che influenzano i loro livelli di energia o la capacità di produrre abbastanza CoQ10 da soli.[18] [19]

Sembra anche aiutare a migliorare le prestazioni di resistenza e la capacità di esercizio in individui atletici sani.[20]

I ricercatori suggeriscono che i benefici associati all'energia si riferiscono a miglioramenti nella funzione mitocondriale riducendo allo stesso tempo lo stress ossidativo durante i periodi di intensa attività fisica. Si pensa che i miglioramenti nello stress ossidativo siano dovuti alla capacità del CoQ10 di ridurre la formazione di radicali liberi che possono danneggiare le cellule e compromettere la funzione muscolare.22

CoQ10 e benefici sulla bellezza

L'integrazione con CoQ10 può anche aiutare con i segni dell'invecchiamento. Poiché le rughe e i danni del sole sono associati a un aumento dei radicali liberi, le capacità antiossidanti del CoQ10 possono aiutare a ridurre l'impatto di questo danno. Di conseguenza, è spesso considerato un integratore che “sostiene l'età”, soprattutto perché la produzione del corpo diminuisce con l'avanzare dell'età. Uno studio ha scoperto che il CoQ10 ha migliorato le rughe e la levigatezza della pelle nelle donne di mezza età in combinazione con l'integrazione di collagene.[21]

CQ10 en beauty

Il tuo corpo produce abbastanza CoQ10?

La produzione di CoQ10 diminuisce significativamente con l'avanzare dell'età, a partire dai vent'anni. Quando la produzione diminuisce, il corpo può sperimentare un aumento dello stress ossidativo senza l'attività antiossidante benefica.

Inoltre, il corpo converte la forma ossidata di CoQ10 (ubiquinone) in una forma ridotta e biodisponibile (ubiquinolo) all'interno del corpo, ma alcune persone hanno difficoltà con questa conversazione a causa dell’età o della predisposizione genetica.[22]

Piccole quantità di CoQ10 si trovano in alimenti come:

•           Organi

•          Manzo

•          Pesce grasso

•          Pollo

•          Broccoli

•          Asparago

Tuttavia, data la riduzione naturale nel tempo e le basse quantità negli alimenti, molte persone scelgono di aggiungere alla dieta integratori di CoQ10 come ubiquinolo.[23]

L'integrazione può anche giovare alle persone che partecipano a un esercizio faticoso, come notato da alcune delle ricerche sulla fatica di cui sopra.22

CoQ10 per protezione antiossidante

In sintesi, il CoQ10 è una parte essenziale della produzione di energia e dell'attività antiossidante in ogni cellula del tuo corpo. L'integrazione con CoQ10 non solo ha molti benefici per la salute, ma può anche aiutare ad aumentare i livelli di energia. La produzione di questo nutriente vitale diminuisce con l'avanzare dell'età, quindi assumere un integratore può essere il modo migliore per mantenere alti i livelli di CoQ10.

 

 

Caitlin Beale, MSc, RDN è una dietista e scrittrice. Ha un master in nutrizione e oltre dieci anni di esperienza come dietista. Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle degli autori non riflettono alcun bias del marchio registrato Pure Encapsulations®

 

[1] Mancuso, M., D. Orsucci, L. Volpi, V. Calsolaro, and G. Siciliano. Current Drug Targets 11, no. 1 (January 2010): 111–21. https://doi.org/10.2174/138945010790031018.

 

[2] Diaz-Vegas, Alexis, Pablo Sanchez-Aguilera, James R Krycer, Pablo E Morales, Matías Monsalves-Alvarez, Mariana Cifuentes, Beverly A Rothermel, and Sergio Lavandero. Endocrine Reviews 41, no. 3 (June 1, 2020): 491–517. https://doi.org/10.1210/endrev/bnaa005.

 

[3] Hunter, Philip. “The Inflammation Theory of Disease.” EMBO Reports 13, no. 11 (November 2012): 968–70. https://doi.org/10.1038/embor.2012.142.

 

[4] Zhai, Junya, Yacong Bo, Yan Lu, Chunli Liu, and Lishi Zhang. “Effects of Coenzyme Q10 on Markers of Inflammation: A Systematic Review and Meta-Analysis.” PloS One 12, no. 1 (2017): e0170172. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0170172.

 

[5] Mazidi, Mohsen, Andre Pascal Kengne, and Maciej Banach. “Effects of Coenzyme Q10 Supplementation on Plasma C-Reactive Protein Concentrations: A Systematic Review and Meta-Analysis of Randomized Controlled Trials.” Pharmacological Research 128 (February 1, 2018): 130–36. https://doi.org/10.1016/j.phrs.2017.08.011.

 

[6] Garrido-Maraver, Juan, Mario D. Cordero, Manuel Oropesa-Avila, Alejandro Fernandez Vega, Mario de la Mata, Ana Delgado Pavon, Elisabet Alcocer-Gomez, et al. “Clinical Applications of Coenzyme Q10.” Frontiers in Bioscience (Landmark Edition) 19 (January 1, 2014): 619–33. https://doi.org/10.2741/4231.

 

[7] Rosenfeldt, F. L., S. J. Haas, H. Krum, A. Hadj, K. Ng, J.-Y. Leong, and G. F. Watts. Journal of Human Hypertension 21, no. 4 (April 2007): 297–306. https://doi.org/10.1038/sj.jhh.1002138.

 

[8] Mazza, Alberto, Salvatore Lenti, Laura Schiavon, Ezio Di Giacomo, Monica Tomasi, Roberto Manunta, Gioia Torin, Danyelle M. Townsend, and Domenico Rubello. Biomedicine & Pharmacotherapy = Biomedecine & Pharmacotherapie 105 (September 2018): 992–96. https://doi.org/10.1016/j.biopha.2018.06.076.

 

[9] Rosenfeldt, F. L., S. J. Haas, H. Krum, A. Hadj, K. Ng, J.-Y. Leong, and G. F. Watts. Journal of Human Hypertension 21, no. 4 (April 2007): 297–306. https://doi.org/10.1038/sj.jhh.1002138.

 

[10] Mortensen, Svend A., Franklin Rosenfeldt, Adarsh Kumar, Peter Dolliner, Krzysztof J. Filipiak, Daniel Pella, Urban Alehagen, Günter Steurer, Gian P. Littarru, and Q-SYMBIO Study Investigators. JACC. Heart Failure 2, no. 6 (December 2014): 641–49. https://doi.org/10.1016/j.jchf.2014.06.008.

 

[11] Lei, Li, and Yan Liu. BMC Cardiovascular Disorders 17, no. 1 (July 24, 2017): 196. https://doi.org/10.1186/s12872-017-0628-9.

 

[12] Skarlovnik, Ajda, Miodrag Janić, Mojca Lunder, Martina Turk, and Mišo Šabovič. “Coenzyme Q10 Supplementation Decreases Statin-Related Mild-to-Moderate Muscle Symptoms: A Randomized Clinical Study.” Medical Science Monitor: International Medical Journal of Experimental and Clinical Research 20 (November 6, 2014): 2183–88. https://doi.org/10.12659/MSM.890777.

 

[13] Qu, Hua, Ming Guo, Hua Chai, Wen-Ting Wang, Zhu-Ye Gao, and Da-Zhuo Shi. “Effects of Coenzyme Q10 on Statin-Induced Myopathy: An Updated Meta-Analysis of Randomized Controlled Trials.” Journal of the American Heart Association 7, no. 19 (October 2, 2018): e009835. https://doi.org/10.1161/JAHA.118.009835.

 

[14] Lafuente, Rafael, Mireia González-Comadrán, Ivan Solà, Gemma López, Mario Brassesco, Ramón Carreras, and Miguel A. Checa. Journal of Assisted Reproduction and Genetics 30, no. 9 (September 2013): 1147–56. https://doi.org/10.1007/s10815-013-0047-5.

 

[15] Xu, Yangying, Victoria Nisenblat, Cuiling Lu, Rong Li, Jie Qiao, Xiumei Zhen, and Shuyu Wang. “Pretreatment with Coenzyme Q10 Improves Ovarian Response and Embryo Quality in Low-Prognosis Young Women with Decreased Ovarian Reserve: A Randomized Controlled Trial.” Reproductive Biology and Endocrinology: RB&E 16, no. 1 (March 27, 2018): 29. https://doi.org/10.1186/s12958-018-0343-0.

 

[16] Izadi, Azimeh, Sara Ebrahimi, Shabnam Shirazi, Shiva Taghizadeh, Marziyeh Parizad, Laya Farzadi, and Bahram Pourghassem Gargari. The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism 104, no. 2 (February 1, 2019): 319–27. https://doi.org/10.1210/jc.2018-01221.

 

[17] Refaeey, Abdelaziz El, Amal Selem, and Ahmed Badawy. Reproductive BioMedicine Online 29, no. 1 (July 1, 2014): 119–24. https://doi.org/10.1016/j.rbmo.2014.03.011.

 

[18] Castro-Marrero, Jesús, Mario D. Cordero, María José Segundo, Naia Sáez-Francàs, Natalia Calvo, Lourdes Román-Malo, Luisa Aliste, Tomás Fernández de Sevilla, and José Alegre. Antioxidants & Redox Signaling 22, no. 8 (March 10, 2015): 679–85. https://doi.org/10.1089/ars.2014.6181.

 

[19] Sanoobar, Meisam, Parvin Dehghan, Mohammad Khalili, Amirreza Azimi, and Fatemeh Seifar. Nutritional Neuroscience 19, no. 3 (2016): 138–43. https://doi.org/10.1179/1476830515Y.0000000002.

 

[20] Sarmiento, Alvaro, Javier Diaz-Castro, Mario Pulido-Moran, Jorge Moreno-Fernandez, Naroa Kajarabille, Ignacio Chirosa, Isabel M. Guisado, Luis Javier Chirosa, Rafael Guisado, and Julio J. Ochoa. “Short-Term Ubiquinol Supplementation Reduces Oxidative Stress Associated with Strenuous Exercise in Healthy Adults: A Randomized Trial.” BioFactors (Oxford, England) 42, no. 6 (November 12, 2016): 612–22. https://doi.org/10.1002/biof.1297.

 

[21] Žmitek, Katja, Janko Žmitek, Mirjam Rogl Butina, and Tina Pogačnik. “Effects of a Combination of Water-Soluble Coenzyme Q10 and Collagen on Skin Parameters and Condition: Results of a Randomised, Placebo-Controlled, Double-Blind Study.” Nutrients 12, no. 3 (February 27, 2020). https://doi.org/10.3390/nu12030618.

 

[22] Langsjoen, Peter H., and Alena M. Langsjoen. “Comparison Study of Plasma Coenzyme Q10 Levels in Healthy Subjects Supplemented with Ubiquinol versus Ubiquinone.” Clinical Pharmacology in Drug Development 3, no. 1 (January 2014): 13–17. https://doi.org/10.1002/cpdd.73.

 

[23] Zhang, Ying, Jin Liu, Xiao-Qiang Chen, and C.-Y. Oliver Chen. “Ubiquinol Is Superior to Ubiquinone to Enhance Coenzyme Q10 Status in Older Men.” Food & Function 9, no. 11 (November 14, 2018): 5653–59. https://doi.org/10.1039/c8fo00971f.